Top Menu

A Masterchef la cesenate Alves Pedriali

Fonte: Resto del Carlino

Fonte: Resto del Carlino

I sapori della cucina romagnola stasera inonderanno anche la cucina di Masterchef. Su Skyuno, infatti, la cesenate Alves Pedriali (chiamata da tutti ‘Lalla’) darà sfogo alla sua passione per la cucina rispolverando mattarello e ricette tipiche della nostra terra, quelle che hanno colpito lo chef Cracco e colleghi fino a convincerli a volere l’aspirante cuoca romagnola nel cast della sesta edizione del noto programma tv.

Durante le selezioni li ha colpiti preparando i ‘malfatti alle ortiche con lo steccherino bruno’ ripieni di mozzarella, ribattezzati dai giudici ‘brutti ma buoni’. A tifare per lei sono anche le inservienti del supermercato di Martorano, a due passi da casa sua, che la vedono tutti i giorni fare la spesa. Loro, fra un cliente e l’altro, raccontano quali sono i prodotti che non possono mai mancare nel suo carrello: per primi pane e formaggi, che utilizza spesso per abbinarli ai funghi cucinati in tutte le salse. Poi ci sono le verdure, la carne e la pasta. Naturalmente la sfoglia per i cappelletti (e per le paste ripiene in generale) si prepara a casa come da tradizione. L’importante è avere la dispensa piena dei prodotti giusti, al costo di andarli a scovare di negozio in negozio a cavallo del buon vecchio ‘Ciao’ che rispolvera ogni tanto, come racconta il vicino di casa.

Oltre alle sue capacità culinarie, che dimostrano quanto i fornelli siano il suo mondo da sempre, i giudici di Masterchef sono rimasti colpiti anche dal carisma che la romagnola ha portato in tv. ‘Tina Turner romagnola’ l’ha soprannominata lo chef Cannavacciulo in persona, dopo aver visto la sua chioma rossa fuoco. Un’acconciatura che, come confidano le amiche, rappresenta il suo carattere pieno di vita. Ma prima di essere l’aspirante cuoca di Masterchef, Alves è stata ‘la mestra Lalla’ all’asilo di Ronta per oltre 40 anni, poi, due anni fa è andata in pensione e ha dato sfogo a tempo pieno alla sua passione per il cibo.

La vitalità dei bambini, che la Lalla ha sempre adorato, oggi la trasmette nei suoi piatti, sempre estremamente colorati. I ‘suoi piccoli’ di una volta ricordano ancora i profumi delle merende che la maestra preparava per loro: dolci e biscotti con il karkadè. Li adoravano, come racconta un’ex scolaretta. Ma se fino ad oggi le sue ricette preferite le hanno assaggiate solo gli amici più stretti e i parenti, da stasera potrà mostrare a tutt’Italia i piatti della sua terra, da buona azdora romagnola.

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,