Top Menu

Addio minestroni, arrivano le Zuppe gourmet di David Bez

Zuppe & Co - David BezLa loro stagione sarebbe anche arrivata, ma non a tutti piacciono le zuppe e i minestroni, sebbene siano davvero salutari. E allora come fare? In questo frangente ci viene in aiuto David Bez.

Chi è David Bez

E chi è? Direte voi. É un nostro connazionale trapiantato a Londra che, non contento del cibo “british”, ha iniziato una nuova carriera. Dopo un periodo di sperimentazione sul suo blog e di assaggi alla scrivania del suo ufficio, ha intrapreso l’attività di “inventore di insalate”, sfociata nella scrittura del bestseller “Salad in Love”. Archiviato questo successo editoriale, ha deciso di lasciare definitivamente la professione di graphic designer per dedicarsi completamente al cibo. Da qui il passo è breve e nel 2016 ha inaugurato un ristorante salutista in uno degli angoli più chic di Covent Garden, centralissimo quartiere londinese.
Il Daily Mail lo ha definito l’uomo che ha reso sexy l’insalata, quindi se ha scritto un libro su zuppe e affini possiamo fidarci.

“Supper in Love”

Si tratta di un volume dedicato al comfort food per eccellenza della stagione fredda. Di minestrine con il brodo di dado e cremine fatte al volo con il minipimer in “Supper in Love”, ovviamente non c’è traccia. Così come sono abolite le cotture lente, i grandi pentoloni ribollenti e il numero di ingredienti pressoché infinito. Le ricette proposte sono tutte belle e leggere, e persino facili e veloci da preparare.

Gli ingredienti

Le sue ciotole piacciono, perché non sono monotone e comprendono tutti i nutrienti. Si parte da un 20% di base che può variare dai noodles alla quinoa fino a verdure sostanziose come la zucca, un 50% di verdure cotte o crude, un 25% di proteine come pollo, uovo, formaggio, tofu o legumi e un 5% di decorazioni ed erbe. Il tutto appoggiato su un letto di brodo, di carne o vegetale, o di crema, anche preparata a crudo.

Delle 150 ricette proposte nel libro, edito da Il Castello, alcune sono vegetariane, altre pescetariane, vegane o crudiste, tutte sono un mix di consistenze diverse, dal vellutato al croccante.

Com’è nato

Un libro nato anche questo dall’esperienza sul campo. Quando David ha aperto il proprio locale londinese, era primavera e proponeva solo insalate, poi a settembre, con i primi freddi, i clienti hanno iniziato a chiedergli se aveva delle zuppe. Così è nata la ricerca intorno alle tradizioni delle varie cucine del mondo, dal curry thailandese al ramen giapponese, che ha portato David a un nuovo modo di proporre la zuppa: non più cibo triste, ma un piatto gourmet. Bello sì, ma soprattutto sano: a livello nutrizionale “l’idea è di dare la possibilità di mangiare meno carboidrati e più verdure, perché sono piatti ideali per la cena, quando è bene restare più leggeri”.

Mi piacerebbe sperimentare uno dei suoi piatti… non potendo volare a Londra, credo che opterò per il libro!
David Bez, “Zuppe & Co” – Il Castello, pp. 192, Euro 16,00

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

, ,