Top Menu

Come preparare il pic-nic di pasquetta… a regola d’arte!

pic-nicImmaginatevi distesi su un prato verde con un leggero venticello a muovere le fronde degli alberi, oppure su una spiaggia, con in sottofondo, la melodia delle onde. Quale momento migliore se non l’arrivo delle belle giornate e le vacanze di Pasqua, per un pic-nic di primavera?

L’abitudine di questo pasto all’aperto sembra essere nato nel ‘600 come pausa durante i lunghi viaggi a cavallo o le battute di caccia. Una consuetudine sociale di moda soprattutto fra i nobili. Addirittura la regina Maria Antonietta è ricordata come un’appassionata di queste scampagnate, un’occasione per svagarsi e mangiare nei prati che circondavano Versailles.

Ma quali sono le regole per renderlo speciale? Ecco qui qualche suggerimento.
Come prima cosa, equipaggiatevi con delle coperte (una ogni 2 persone) e una bella tovaglia robusta e colorata per aggiungere un tocco di allegria ad una giornata di festa. Le tovaglie troppo sottili sono un piano di appoggio precario e volano da tutte le parti al primo alito di vento.

Parlando delle stoviglie, piatti, bicchieri e tovaglioli di carta vanno più che bene. Pratici e colorati, danno una nota informale all’apparecchiatura. Per quanto riguarda le posate, considerate quello che avete intenzione di portate con voi, può darsi che quelle di plastica siano assolutamente adatte, ma ricordate che sono soggette a facili rotture, quindi portatevene una buona scorta.

E ora il punto cruciale: cosa mettere nel cestino?
Pensato per essere un pranzo all’aria aperta, il pic-nic presuppone piatti veloci, ma soprattutto facili da preparare e gustosi da mangiare, anche freddi, conservati in semplici contenitori. Largo allora a pasta fredda, torte salate farcite di verdure, frittate alle erbe, affettati, olive, formaggi e spiedini di frutta. Non fate mancare le uova: sode o tagliate a metà.

Un’idea vincente? Le crudités di verdure: dalle carote al sedano, passando per i peperoni. Si possono servire in pinzimonio oppure accompagnate da una leggera salsa allo yoghurt. E non dimenticate di accompagnare il tutto con un bel cestino di pane e grissini rustici!

Come frutta di stagione sicuramente spazio alle fragole: al naturale, con zucchero e limone, accompagnate da un cucchiaio di crema o da qualche scaglia di cioccolato dell’uovo di Pasqua sono la perfetta conclusione per un pranzo che non ha nulla da invidiare a quelli seduti a tavola!

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,