Top Menu

Un suggestivo itinerario all’aria aperta: la Vena del Gesso Romagnola

Vena del Gesso RomagnolaIn queste belle giornate è bello perdersi tra le colline e le valli punteggiate di campi in fiore. Una di queste è sicuramente la Valle del Lamone. Qui potrete trovare un vero e proprio tesoro: il Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, una ricchezza naturale e storica che sorprende ed affascina ogni escursionista.

Dalla Valle del Sillaro fino alla Valle del Lamone, le colline romagnole sono solcate da una spettacolare dorsale grigio argentea ben riconoscibile a prima vista, che interrompe i dolci profili collinari conferendo un aspetto unico al paesaggio: è la Vena del Gesso romagnola.

L’area è contraddistinta dai tipici tratti carsici, tra cui ldoline, valli cieche e numerosissime grotte. La formazione gessosa del terreno ha influenzato notevolmente il microclima, lasciando anche il segno nella storia e nella vita degli uomini.

La Vena del Gesso è tagliata perpendicolarmente da tre vallate fluviali: Santerno, Senio, e Sintria; più una quarta che la lambisce ad Oriente: Lamone. I quattro cordoni gessosi delimitati dai corsi d’acqua sono interessati da suggestivi sentieri ad anello, facilmente percorribili a piedi.
Il Parco della Vena del Gesso Romagnola vanta anche un itinerario ciclabile ed equestre: la Corolla delle Ginestre, percorso che si snoda fino all’Appennino Faentino, per complessivi 60 chilometri circa. La Corolla delle Ginestre può essere percorsa anche a piedi, facendo tappa presso le strutture ricettive che si trovano lungo il tragitto.

L’escursione più emozionante è però sicuramente quella lungo il filo del crinale: un percorso lungo il quale il paesaggio si apre verso monte e verso valle. Da una parte i crinali verdi-azzurrini si susseguono sfumando sulla linea dell’orizzonte; dall’altra, si stende una pianura biancheggiante di case, paesi e città, bordata dalla linea del mare. Uno spettacolo che riempie gli occhi ed emoziona l’animo!

Il Parco della Vena del Gesso Romagnola mette a disposizione le proprie “Guide del Parco” per l’organizzazione di itinerari personalizzati o per fruire delle escursioni organizzate dalle Guide, ciascuna delle quali ha una propria specializzazione e può accompagnare i visitatori a scoprire tutte le meraviglie di questo straordinario territorio.

Se, dopo tante bellezze naturali, doveste sentire un leggero languorino, scoprite i ristoranti nelle vicinanze consigliati dal circuito Romagna a Tavola: www.romagnaatavola.it

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,