Top Menu

Il kefir, una bevanda antica ricca di probiotici e nutrienti di alto valore

Kefir e grani di kefirIl kefir

Solo recentemente ho scoperto l’esistenza di una bevanda il Kefir, derivata dal latte, dalle innumerevoli proprietà benefiche, in particolare per l’intestino. Ormai tutti sanno che i fermenti lattici vivi sono fondamentali per mantenere un buon equilibrio della flora intestinale. Forse non tutti sono a conoscenza però delle differenze esistenti nella fermentazione del latte. Il comune yogurt è ottenuto dal latte fermentato grazie all’inoculazione di batteri specifici mentre il Kefir si ottiene dalla fermentazione del latte tramite i granuli di kefir.

I granuli

Ma cosa sono? I granuli di kefir sono composti da fermenti vivi e da lieviti probiotici che, mescolati al latte, danno vita a questo composto ricco di nutrienti. Si tratta di una bevanda originaria del Caucaso. La leggenda narra che sia stato addirittura Maometto in persona a donare i primi grani di Kefir ai montanari del luogo.

Le proprietà

Oltre ai fermenti, il Kefir, contiene proteine di alto valore biologico, minerali quali calcio, fosforo e magnesio. Tra le vitamine del gruppo B, in maggiore concentrazione, troviamo vitamina B9 (acido folico) e la vitamina B12 (cobalamina) essenziale per l’assorbimento del ferro.

La preparazione

Inizialmente il kefir veniva preparato con latte di vacca, pecora o capra in otri di pelle. Una volta terminato il processo lo si rimpiazzava con latte fresco per cui la fermentazione era a ciclo continuo. Ora, se non acquistate quello già pronto, la sua preparazione casalinga è molto semplice. È sufficiente aggiungere i grani di kefir al latte, che deve essere a temperatura ambiente, e mescolare per far amalgamare bene. Si deve poi lasciar fermentare per almeno 24 ore a 20 °C circa in un barattolo di vetro non chiuso ermeticamente, o in un contenitore coperto da stagnola oppure da uno strofinaccio.

Ricordate di lasciarlo finire di maturare in frigo una o due ore prima di consumarlo. Una volta pronto il kefir si mantiene tranquillamente in frigorifero per oltre una settimana. Nella produzione domestica il kefir può avere una leggera gradazione alcolica, fino ad 1 grado, mentre i prodotti industriali vengono lavorati in maniera tale da non contenere alcol.

Kefir versus yogurt

Ma quali sono i vantaggi ci consumare il kefir invece dello yogurt classico?
Il Kefir contiene diversi tipi di fermenti lattici che riescono ad arrivare vivi e attivi nell’intestino.
Lo Yogurt italiano può essere chiamato tale solo se si tratta di latte vaccino fermentato da due soli batteri: Lactobacillus Bulgaricus e Streptococcus Termophilus.

Il kefir risulta più digeribile dello yogurt.

Il kefir contiene lieviti buoni che permettono la distruzione dei lieviti nocivi per il nostro intestino. Nello yogurt tali lieviti sono assenti.

Il kefir contiene enzimi capaci di colonizzare tutto il colon e favoriscono la digestione di tanti alimenti. Gli enzimi contenuti nello yogurt permettono di digerire facilmente lo yogurt stesso.

Non vi resta che provare, il kefir è una sana abitudine!

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,