Top Menu

La fragola di Romagna tra gusto, colore e benessere

Coltura di fragola in RomagnaCon l’arrivo della bella stagione ci piace parlare di un frutto primaverile. Stiamo parlando della fragola, frutto rosso che riporta luce ed energia dopo i mesi di torpore invernale.

Fragola di Romagna

In Romagna, come in altre regioni dedite a questa coltivazione, la coltura della fragola si è sviluppata fortemente a partire dal secondo dopoguerra. È del 1961 il primo Convegno Nazionale della Fragola, anno in cui la nostra regione era la leader a livello nazionale di questa coltura. Negli anni si è assistito ad un progressivo ridimensionamento delle superfici coltivate e attualmente la coltura della fragola in Romagna sopravvive principalmente nella zona del cesenate.

Una caratteristica che distingue da sempre la fragolicoltura romagnola è quella di non utilizzare protezioni o serre, per la maggior parte delle aree coltivate, ma di essere a campo aperto. Dominata da varietà a maturazione precoce o intermedia, la disponibilità del prodotto è concentrata nei tre mesi primaverili: da metà aprile a metà maggio in coltura protetta, da metà maggio alla prima decade di giugno in pieno campo.

Le caratteristiche della Fragola di Romagna

Profumo intenso,  sapore dolce e una buona consistenza.  Sono elementi preziosi per la bellezza: formate al 90% da acqua, idratano le cellule dell’organismo senza appesantirlo con troppe calorie. Sono inoltre ricche di enzimi in grado di attivare il metabolismo dei grassi e aiutare così il corpo a dimagrire con meno difficoltà. Particolarmente ricche di fibre, le fragole aumentano il senso di sazietà, regolarizzano l’intestino e fanno assorbire meno grassi e meno zuccheri. La percentuale di vitamina C contenuta al loro interno, favorisce l’assorbimento del ferro e la produzione di collagene, una proteina che previene le rughe e rafforza i capillari riducendo ritenzione idrica e cellulite.

Ed è anche grazie a loro se le nostre tavole si vestono di colore. Le fragole infatti hanno svariati utilizzi in cucina: dalla semplice macedonia con il limone fino ad arrivare a preparazioni più elaborate. Possono inoltre diventare anche le protagoniste di piatti vegetariani, vegani o glutenfree, arricchire gli antipasti o risaltare come ingredienti e decorazioni nei primi piatti.

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,