Top Menu

Una giornata a caccia di porcini, come prepararsi al meglio

Funghi porcini nel boscoSe siete dei principianti come me e decidete di andare a raccogliere i funghi porcini, dopo una giornata a passeggio nei boschi, rischiate di tornare a casa con il vostro cesto vuoto. Allora abbiamo pensato a qualche utile consiglio ovviare a questo “antipatico” inconveniente.

La stagione ideale

Il momento ideale per raccogliere i funghi porcini è quello che sta per iniziare: l’autunno. Ricordate, però che il periodo e la quantità di funghi varia in maniera significativa il base all’andamento climatico.

Quando si decide di “andare a funghi”, la cosa migliore è aspettare che si presentino le condizioni ideali, ovvero una temperatura tra i 15 e i 25 gradi e un certo grado di umidità nel terreno. Si hanno buone possibilità di tornare a casa con un buon bottino quando si sfruttano le giornate afose che seguono ai classici acquazzoni di fine estate.

Pioggia e caldo senza vento

Deve piovere molto e fare caldo perché nascano i funghi porcini, ma attenzione, un caldo senza vento. I venti come lo scirocco, il favonio, la tramontana e altri sono un nemico giurato dei cercatori di porcini. Dopo la prima pioggia abbondante che segue un lungo periodo di siccità, i porcini crescono abbondantemente, ma solo dopo circa altre due settimane. Continuano poi a nascere e crescere nel caso in cui si alternino giornate di pioggia a giornate di clima caldo.

Dove cercare

Se siete proprio dei neofiti il nostro suggerimento e di fare le prime uscite in compagnia di qualcuno che è già pratico. Nel caso non conosceste nessuno e non abbiate trovato indicazioni, allora partite all’avventura e affidatevi alla fortuna del principiante, perché ogni bosco verde incluso tra i 700 e i 1300 metri di altitudine può essere un buon punto in cui cercare i funghi.

Cercate i funghi porcini nei boschi di faggio, castagno, quercia o pino. È molto importante cercare sulle coste rivolte a nord, che sono più umide. Il porcino cresce in simbiosi con le piante, quindi un ottimo consiglio è di guardare molto vicino alle piante.
Tenete presente che i funghi, soprattutto i porcini, si mimetizzano perfettamente con i colori del bosco quindi bisogna scrutare bene ogni angolo del bosco, magari osservando da diverse angolazioni. Controllate bene sotto le foglie e alla base dei tronchi.

Cogliere l’attimo

Mai come in questo caso vale i detto “cogli l’attimo”. Il motivo è presto detto: voi lo sapete quanto tempo impiega un fungo porcino per crescere? In genere qualche ora, raggiungendo anche dimensioni notevoli. Vi capiterà di trovare un porcino, nel pomeriggio, in un luogo che eravate sicuri di aver controllato appena poche ore prima. È proprio così, molti porcini crescono anche in qualche ora, così come anche in qualche giorno, dipende sempre dalle condizioni del bosco.

Diciamo che serve anche una buona dose di fortuna… la caccia al porcino è appena iniziata!

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,