Top Menu

La ricetta del carbone dolce per un giorno… da Befana!

Carbone dolce della BefanaLe festività natalizie sono il momento in cui, complici qualche giorno di riposo dal lavoro e di vacanza dalla scuola, possiamo dedicare un’ora in più ai nostri bambini. Li portiamo a fare una passeggiata, a visitare un presepe o la casa di Babbo Natale.

Ci piace stupirli con qualche “racconto” speciale per vederli sgranare gli occhi pieni di meraviglia e incredulità. Ci sentiamo anche noi un po’ catapultati nel magico mondo dell’infanzia in cui tutto è possibile e i buoni riescono a sconfiggere orchi e draghi in un batter d’occhio.

L’Epifania e la Befana

L’ultima festa dedicata ai bambini di questo periodo di vacanza è l’Epifania. Tradizione vuole che si appenda la classica calza sotto il camino o davanti ad una finestra e che la simpatica nonnina arrivi in volo sulla sua scopa, portando dolci ai bimbi buoni e carbone a quelli cattivi.

Noi vogliamo aiutarvi se volete diventare Befane per un giorno e stupire i vostri bambini con qualche golosità. Ecco quindi, per quelli un po’ monelli, niente di meglio del carbone di zucchero fatto da voi, comodamente in casa!

La ricetta del carbone dolce

Fare il carbone dolce è facile, divertente e molto economico.

Ecco gli ingredienti:
colorante alimentare nero (in gel o in pasta o 7 compresse di carbone vegetale)
250 gr. di zucchero
75 ml. di acqua
50 gr. di zucchero a velo
qualche goccia di succo d limone
1 albume
1 cucchiaino di vodka

Procedimento

Il carbone si ottiene unendo due preparazioni: la glassa e il caramello.
Iniziamo dalla glassa. Montate a neve l’albume, usando lo sbattitore o la planetaria. Unite quindi 100 gr. di zucchero, qualche goccia di succo di limone e un cucchiaio di vodka pura. Aggiungete alla glassa 50 gr. di zucchero a velo e il colorante alimentare nero (scegliete la quantità in base a quanto lo volete scuro). Mescolate il composto con un cucchiaio di legno dal basso verso l’alto.
Passiamo ora al caramello. Versate 150 gr. di zucchero in una pentola dal fondo alto, di acciaio e non antiaderente, coprendo con circa 75 ml. di acqua fredda. Attenzione a non eccedere però. La compattezza del carbone dolce dipenderà dalla quantità di acqua versata!

Non appena il caramello diventerà biondo, versate la glassa nella stessa pentola e mescolate con un cucchiaio di legno. Aspettate che il composto aumenti di volume, senza toccarlo! Versate il tutto in uno stampo da plumcake foderato con carta da forno e lasciate raffreddare a temperatura ambiente. Spolverate con tanto zucchero a velo.

Ora non ci resta che augurarvi una buona scorpacciata di dolci e ricordarvi un metodo infallibile: appendete al caminetto o alla finestra di casa la calza più grossa che avete. Vedrete che la nonnina con le scarpe tutte rotte anche quest’anno, non si dimenticherà di voi!

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

, , ,