Top Menu

La tradizione delle festività in un dolce casalingo: il Pane di Natale

Pane di NataleIn questo periodo dell’anno appena si mette piede in un supermercato si viene sovrastati da “muraglie” di scaffali stracolme di dolci di ogni tipo. Una sovrabbondanza di quantità a cui non sempre corrisponde altrettanta qualità. Certo è che numerosi dolci di fine pasto vengono proposti a prezzi davvero convenienti e rappresentano una vera tentazione.

Il Pane di Natale

Però, a conti fatti, la soddisfazione di aver scelto gli ingredienti e preparato con le nostre mani un dolce della tradizione da servire per le feste non ha prezzo. È un dolce dal sapore rustico, familiare, antico. Scuro, profumatissimo e dolce solo della frutta secca. Arriva da molto lontano nel tempo e … merita di non essere dimenticato.

Ecco quindi la ricetta del Pane di Natale presa a prestito dal Blog di Stefano Bartolini del Ristorante la Buca di Cesenatico.

Ingredienti per circa tre filoncini

500 grammi di farina 0 (250 grammi di farina di farro integrale e 250 di 0)
275 grammi di acqua a temperatura ambiente
180 grammi di pasta madre (o mezzo cubetto di lievito di birra)
75 grammi di miele (di acacia o millefiori. Ma….se piace, di castagno è fantastico!)
400 grammi di frutta secca mista noci, mandorle, nocciole, fichi, prugne, albicocche…..

Preparazione

Impastare farina, acqua e lievito. Ideale sarebbe utilizzare la planetaria munita di gancio ma….anche le mani vanno benissimo: serve sono un po’ di “olio di gomito” in più!

Prima che l’impasto diventi compatto aggiungere il miele e la frutta secca. Ora continuare nella lavorazione dell’impasto fino a che non si avrà una massa liscia ed elastica. E il momento di mettere a lievitare fino a che non raddoppia di volume (avendo avuto la premura di coprire la ciotola con della pellicola). Da notare che nel caso si utilizzi il lievito madre servirà una notte intera; con il lievito di birra i tempi si riducono a circa un paio di ore).

Trascorso il tempo necessario, dividere tutta la massa in 3 filoncini e lasciare che la lievitazione riparta (servirà circa un’oretta). Porre infine in cottura in forno caldo a 200° per circa 35/40 minuti.

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,