Top Menu

Le etichette dei prodotti raccontano i consumi dei millennials

Carrello della spesa

I comportamenti e le abitudini di consumo delle giovani famiglie sono stati fotografati dall’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy.

L’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy

Vi chiederete di cosa si tratta. È una nuova modalità per rilevare i trend di consumo. Sono stati incrociati i dati delle etichette di 90mila di prodotti di largo consumo, digitalizzate tramite il servizio Immagino GS1, con i dati relativi al venduto fornite dall’Istituto di Ricerca Nielsen.

La ricerca

Oltre 100 le variabili prese in esame, tra ingredienti, tabelle nutrizionali, loghi e certificazioni e indicazioni di consumo.
Il quadro che ne emerge è abbastanza chiaro: gli under 35, rispetto alla media degli italiani, acquistano una quantità maggiore di prodotti eco sostenibili, veggie e che aiutano a mantenersi in forma.

Le famiglie con figli

Con la nascita dei figli entrano però in campo nuove esigenze, ed ecco l’attenzione spostarsi alla salvaguardia della salute della dei nuovi nati. In dispensa prevalgono quindi prodotti specifici per le varie età, con ingredienti naturali e ricchi in vitamine.
È stato accertato che l’arrivo dei figli determina infatti il maggiore impatto sulla spesa relativamente ai prodotti scelti e alle motivazioni di acquisto. Aumenta così la quantità di prodotti acquistati priva dei nutrienti che vanno controllati nell’alimentazione dei bambini: come sale e zuccheri. In aumento anche la spesa di quegli alimenti che hanno un alto tenore di nutrienti importanti nell’età della crescita come ferro, calcio e vitamine. Tra le altre informazioni presenti sulle etichette e giudicate importanti ci sono “senza additivi”, “senza coloranti” e “senza conservanti”.

I single e le coppie senza figli

Dall’altro lato i single e le coppie senza figli, sotto i 35 anni di età, spendono più della media in prodotti per la cura personale che in etichetta riportano le indicazioni “senza parabeni”, “vegan” e “cruelty free”. La loro è un’alimentazione è guidata da esigenze di benessere e di forma fisica. Si rivolgono quindi a prodotti con poche calorie e a basso tenore di zuccheri.
Ampio spazio anche agli alimenti “senza lattosio”, “senza allergeni”, “senza glutammato” e “gluten free”, a conferma dell’attenzione alle tematiche salutiste.

Le etichette dei prodotti che acquistiamo, parlano di noi… ora lo sapete!

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,