Top Menu

Menu For Change, la salvaguardia dell’ambiente inizia dalle nostre tavole!

Menu For Change | Slow FoodSi tende spesso a considerare il cambiamento climatico come un problema astratto e lontano dalle nostre possibilità di azione. Tuttavia, l’argomento ci si presenta tutti i giorni in maniera molto vicina e concreta, ovvero dalle nostre tavole. Le nostre abitudini riguardo a dove e quale cibo comprare nel quotidiano, hanno infatti conseguenze dirette sull’impatto ambientale e sulle attività umane.
Per questo è nata l’iniziativa “Menu For Change”.

L’iniziativa

Menu for Change è la campagna di comunicazione e raccolta fondi internazionale promossa da Slow Food che mette in relazione produzione alimentare e cambiamento climatico, nata in occasione della manifestazione “Cheese”.

La volontà di sensibilizzare alla tematica e di incentivare all’azione nasce dalla reciproca influenza che ambiente e alimentazione rappresentano l’uno verso l’altro. È stato sottolineato come la produzione alimentare moderna e industrializzata sia responsabile di un terzo delle emissioni di gas serra. Parallelamente, siccità, desertificazione, alluvioni, innalzamento e inquinamento di oceani e mari mettono in pericolo la sicurezza alimentare di tutto il pianeta. A soffrirne di più sono le popolazioni più deboli, ma l’effetto del cambiamento climatico è decisamente riscontrabile ovunque.

Le tre sfide

Per chi volesse sostenere in prima persona Slow Food e contribuire alla soluzione, occorre modificare, anche di poco, le nostre abitudini alimentari, a partire dalla spesa e dalla cucina.

Menu For Change lancia quindi tre sfide da condividere sui canali social per dimostrare, tutti insieme, che un cambiamento è possibile. La prima sfida è partita il 16 Ottobre, non a caso “giornata mondiale dell’alimentazione”, e durerà fino al 5 novembre. Il nome: “Cibo Locale? Si, Grazie!” e invita per tre settimane a scegliere prodotti locali, sostenibili e di stagione per contribuire a ridurre le emissioni prodotte dal sistema industriale.

Si prosegue, poi, con la seconda sfida “Ricette amiche del clima”, che dal 6 al 25 Novembre invita a mettere in tavola la biodiversità, scegliendo menù vari e sostenibili. Gli ingredienti? Meno carne e più buona, tanta biodiversità, varietà di pesce locali, tanti legumi, frutta e verdure di stagione e, ovviamente, zero spreco.

Infine, dal 26 Novembre l’invito è quello di sostenere Slow Food, anche attraverso una piccola donazione, e di coinvolgere amici e famigliari a sostegno del cibo buono pulito e giusto.

Per saperne di più visita il sito ufficiale www.slowfood.com/it/

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,