Top Menu

La pagnotta di Sarsina: icona dei dolci pasquali romagnoli

Pagnotta pasquale di Sarsina

 

La Pagnotta di Sarsina

Questa settimana, con l’approssimarsi della Pasqua, ci inoltriamo nella Valle del Savio per andare a Sarsina alla scoperta della sua famosa “pagnotta”. Annoverata tra le icone dei dolci romagnoli, è una ricetta tipica del periodo pasquale. Ormai, però, è diventata così conosciuta ed apprezzata che, presso i fornai locali, si può trovare anche in altri periodi dell’anno.

Secondo la tradizione si dovrebbe consumare la mattina del giorno di Pasqua assieme all’uovo benedetto e poi anche ai pasti nei giorni seguenti, fino alla domenica successiva e oltre.

Si tratta di una preparazione dagli ingredienti molto semplici e vi daremo qui la ricetta tradizionale, tratta dal sito ufficiale della città di Sarsina.

Ingredienti:

– due chili di farina di grano;
– uno chilo di pasta lievitata;
– sette etti di zucchero;
– un etto mezzo di strutto (o margarina);
– dieci uova;
– buccia grattugiata di due o tre limoni;
– due bustine di vaniglia;
– un pugno di lievito di birra;
– un pizzico di sale e, volendo, dell’uva secca

Procedimento

Mettete la farina sulla spianatoia e poi unite la pasta lievitata, lo zucchero, lo strutto, la scorza di limone. Sciogliete il lievito di birra in acqua tiepida, aggiungete la farina e formate un panetto, unitelo agli altri ingredienti e impastate, aggiungete le uova e il sale e impastate fino ad avere un composto omogeneo, e aggiungete se volete l’uvetta sultanina. Dividete il composto lievitato in pagnotte della grandezza che preferite. Lasciate lievitare l’impasto per almeno 4 ore avendo cura di mantenerlo coperto con uno strato di pellicola. Prima di procedere con la cottura pennellatele con l’uovo sbattuto e tagliatela superficialmente in alto perché abbia a “fioccare” bene. Fate cuocere a fuoco molto lento, più sarà grande la pagnotta più bassa dovrà essere la temperatura del forno. La pagnotta/pagnotte vanno lasciate in forno fino a quando saranno dorate in superficie.

RaT

 

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,