Top Menu

Per l’appuntamento con la “cucina a colori” la tavola si veste di rosso.

Cosa c’è di più divertente e gustoso di assaporare un piatto ben cucinato e dai colori vivaci e allegri?
verdura e frutta rossa Oggi, protagonista è il colore rosso. Un colore molto forte, con una carica emotiva importante e di sicuro impatto sui commensali. Lo sanno bene i guru del marketing, che hanno sfruttato questo colore per realizzare  loghi e accessori abbinati ai brand legati al cibo.

Ma come mai il rosso stimola l’appetito?
Ogni colore possiede una determinata capacità di influenzare i sentimenti e, che ci crediate o no, anche la scelta dei colori con i quali arrediamo casa, o ci vestiamo, hanno la facoltà di influenzare il nostro umore. Le prime parole che ci vengono in mente, se pensiamo al rosso sono: passione, sensualità, desiderio, ma anche guerra e, per alcune culture, morte.

Parlando in termini energetici, il rosso rappresenta l’evoluzione della materia e la sua trasformazione alchemica verso lo stadio più alto e spirituale. Abbandoniamo ora la parte filosofica e  prendiamo in considerazione cosa accade nel nostro corpo, dal punto di vista fisiologico, quando la vibrazione del rosso, incontra la nostra.
Il rosso è uno stimolante, quindi tende ad eccitare il Sistema Nervoso Centrale, accelerando il ritmo del polso, alzando la pressione arteriosa, stimolando i muscoli e gli organi della riproduzione. Essendo un eccitante anche del sistema metabolico, il rosso aiuta a bruciare di più!

Tra gli aspetti da segnare come utili nei nostri “appunti per stare meglio”, possiamo ricordare gli enormi benefici di questo colore se, ci sentiamo deboli e fragili, nel caso in cui facciamo fatica a lasciarci andare, nei casi di impotenza e frigidità, se tendiamo ad avere la pressione bassa o la tiroide un po’ “lenta”, mal di gola, metabolismo lento, pelle arida, tendente al secco, congestione e raffreddore, sovrappeso, tosse cronica, scarsa autostima.
Non meno importante, però, sono i casi in cui, la vibrazione del rosso può aggravare lo stato fisico se ad esempio, se c’è febbre alta , in caso di infiammazione acuta, ipertensione, ansia, agitazione, insonnia.

Pur essendo decisamente il colore dell’estate, delle stagioni calde e dei frutti succosi, anche durante questa stagione possiamo scoprire un po’ di rosso tra frutta e ortaggi stagionali: melograni, arancia rossa, cipolle rosse, mele rosse, pompelmo rosa, rabarbaro, radicchio rosso, rapa rossa, ravanelli, uva rossa.

Il colore rosso, così intenso, è ricco di licopene e antociani. Al licopene, di cui sono ricchissimi i melograni, ad esempio, è stata attribuita la capacità di ridurre il rischio di contrarre numerosi tipi di cancro, con particolare riferimento al tumore della prostata. Gli antociani, presenti ad esempio in fragole, lamponi e uva rossa, agiscono come potenti antiossidanti proteggendo le cellule da possibili danneggiamenti e tutelando la salute del cuore. Ricordiamo anche l’abbondanza di vitamina C, necessaria d’inverno per aiutare il nostro sistema immunitario e proteggerci dai malanni di stagione.

A questo punto, buon rosso a tutti, pensate al Natale e ricordatevi delle sue benefiche vibrazioni!

Se volete mettervi in contatto con Paola Di Giambattista trovate i suoi riferimenti qui >>>

 

 

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

, ,