Top Menu

Pesche e nettarine: un convegno per fare il punto sul futuro della filiera

Le principali tematiche e problematiche del settore peschicolo e di tutta la filiera agricola e commerciale ad esso collegata saranno oggetto di analisi e confronto tra operatori nazionali e internazionali del settore il 23 e il 24 ottobre prossimi al Pala de André.

pescheIl tema del 27° Convegno Peschicolo nazionale, fondato e promosso dalle due Camere di commercio di Ravenna e Forlì-Cesena e organizzato quest’anno con la collaborazione del CSO, Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara, “Innovazioni e strategie per la peschicoltura del futuro” infatti si orienta verso una peschicoltura che deve necessariamente adattarsi al quadro economico e produttivo nazionale e internazionale.

L’andamento climatico anomalo, caratterizzato da una diffusa piovosità estiva insistente nell’ultima parte di questa campagna frutticola, ha creato problemi alla produttività incidendo negativamente specialmente sulla scalarità delle produzioni di pesche e nettarine con conseguenze dirette negative sull’andamento del mercato, e proprio di questo tema si occuperà il convegno nella prima giornata di lavori.

Il programma della giornata del 23 ottobre prevede infatti in mattinata la sessione rivolta alle tematiche commerciali, coordinata da Ivano Valmori, giornalista e direttore responsabile di AgroNotizie, con interventi sulle prospettive e la competitività della produzione, sui flussi commerciali in Europa e sulle tendenze dei consumatori. Valtiero Mazzotti, Direttore generale Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, chiuderà i lavori.

Nel pomeriggio, a cura del Dipartimento di Scienze Agrarie di Bologna e con il coordinamento del prof. Silviero Sansavini, sarà affrontato il tema dell’evoluzione delle tipologie peschicole e del rinnovamento delle proposte varietali, anche in relazione alle innovazioni tecnocologiche volte a produrre pesche con basso impatto ambientale.

Paolo De Castro, europarlamentare e coordinatore gruppo SD della Commissione agricoltura e sviluppo rurale, concluderà i lavori della prima giornata.

L’obiettivo della seconda giornata del Convegno Peschicolo sarà quello di aprire un focus sull’impiego degli agrofarmaci e sulle autorizzazioni eccezionali; si parlerà dei mezzi di difesa a disposizione per la produzione integrata e delle ricadute sulla produzione. Sull’impiego di questi prodotti esiste sì una normativa europea, ma sono poi gli stati membri che, con sensibilità diverse, concedono autorizzazioni o meno al loro uso, da questo si può comprendere l’importanza strategica e le ricadute economiche che gli agorfarmaci hanno sulle nostre produzioni e sulla competitività dei territori. L’Italia segue regole nazionali e schemi operativi all’avanguardia, che spesso anticipano la normativa Ue. Chiuderà i lavori della seconda giornata il Viceministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Andrea Olivero.

Ci auguriamo che anche quest’anno, come nelle edizioni precedenti – afferma Natalino Gigante presidente dell’ente camerale ravennate – il convegno sia l’occasione per dare risposte significative alle aziende che vivono quotidianamente le problematiche commerciali e agronomiche della peschicoltura. E aggiunge “la mission delle Camere di commercio è quella di dare sostegno alle imprese e di promuovere l’economia di un territorio, da anni consideriamo il sostegno ai consorzi fidi come uno dei principali sistemi di intervento a sostegno delle imprese agricole, sia contribuendo all’abbattimento dei tassi di interessi per mutui su investimenti fondiari e produttivi, sia a sostegno della garanzia dei prestiti verso le banche in un momento in cui la stretta creditizia rappresenta un problema verso la capacità di rilancio dell’economia in generale”.

Le due Camere di Commercio di Ravenna e Forlì-Cesena – sottolinea Alberto Zambianchi, presidente della Camera di commercio di Forlì-Cesena – da oltre 60 anni contribuiscono allo sviluppo della moderna peschicoltura con questo appuntamento che oramai ha una tradizione consolidata nazionale e internazionale per i contenuti di attualità ed alto profilo e rappresenta un’opportunità irrinunciabile di analisi e confronto per tutti gli operatori del settore”.

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,