Top Menu

La barbabietola rossa: mille usi e benefici

Barbabietola rossaLa barbabietola rossa è nota come un concentrato di proprietà benefiche per l’organismo. I suoi benefici sono universali e il suo utilizzo eclettico! Scopriamone insieme alcune caratteristiche.

Conosciuta sin dall’antica Grecia, il suo uso estensivo risale al 1800, quando Napoleone, impossibilitato a importare la canna da zucchero per le feroci guerre divampate in Europa, ordinò una massiccia coltivazione di barbabietola rossa per estrarne lo zucchero. Da allora quest’alimento si diffuse in tutta Europa, ma non si limitò ad essere una semplice fonte di zucchero.

La barbabietola infatti contiene fibre solubili e insolubili, utili per controllare il livello di zucchero e di colesterolo nel sangue. Contiene sali minerali come ferro, potassio, sodio, calcio, magnesio, iodio e fosforo, perfetti per remineralizzare l’organismo. Contiene vitamina A (nel tubero), C (nelle foglie) e soprattutto B, che fortifica il sistema immunitario e digestivo, rafforza i capillari e la circolazione. L’acido folico, poi, incrementa la produzione di globuli bianchi e rossi.

Inoltre la barbabietola stimola il sistema linfatico, assorbe le tossine, è dietetica e contribuisce a mantenere giovani ed elastiche le vene e a contrastare l’insorgenza di tumori. La sua composizione, per il 91% acqua, combatte la ritenzione idrica ed è ormai scientificamente provato che il succo di barbabietola sia utilissimo a potenziare la muscolatura e prevenire l’anemia, risultando prezioso per il rendimento di un atleta.

La nostra regione è una delle maggiori produttrici di barbabietole da zucchero a livello nazionale, ma per chi invece volesse gustarla a tavola, basti dire che la barbabietola è da sempre un ingrediente principe nella cucina russa e dell’est europeo: non può mancare in insalate e zuppe, includendo il celebre borsch. Restando nei confini nostrani, anche il risotto alla barbabietola è un piatto prelibato. Altrimenti la si può consumare cruda, condita con succo di limone o grattugiata in un’insalata, per preservarne tutte le qualità che cuocendola andrebbero perse.

Un’ultima curiosità: la barbabietola contiene anche un colorante naturale che viene usato per la cosmesi. C’è chi potrebbe eliminare il rossetto e portare sulle labbra un po’ di… barbabietola!

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,