Top Menu

Rosso come un peperone? Si, ma anche verde, giallo…

PeperoniL’estate porta con sé sulla tavola una miriade di colori e sapori, sono quelli della frutta e verdura di stagione: bella a vedere, buona da mangiare e anche salutare.

Il peperone tra storia e scienza

Oggi parliamo del peperone. Originario dell’America Meridionale, fu scoperto da Cristoforo Colombo che lo portò in Spagna nel 1500. Da qui si diffuse in tutta Europa. Appartenente alla famiglia delle Solanaceae, il nome scientifico suona così: Caspicum annum. È una pianta che nei paesi con clima mediterraneo ha carattere annuale mentre, in quelli con clima caldo, è perenne.

Se l’origine della curiosa denominazione scientifica è incerta, una cosa è sicura: il peperone è una pianta che produce moltissime varietà di frutti con caratteristiche, proprietà e colori diversi tra loro.

Proprietà benefiche

Il peperone possiede una miriade di virtù preziose per conservare il peso forma, nonostante questo è un ortaggio controverso: c’è chi lo adora e chi invece non ne tollera neppure l’odore.

Ha pochissime calorie (23 ogni 100 grammi) perché è costituito in larga parte da acqua (più del 90%). Contiene una buona dose di provitamina A (rassodante) ed è soprattutto un’ottima fonte di vitamina C (antiossidante e rassodante), presente in quantità maggiore rispetto anche agli agrumi.

È risaputo che le vitamine sono fragili, quindi per poterne beneficiare, sarebbe meglio consumare il peperone a crudo. Purtroppo a molti il peperone, non solo crudo, risulta indigesto. La buccia è ricca di “caspicina”, una sostanza difficile da digerire, quindi è sufficiente eliminarla per rendere il peperone più digeribile. Un dei metodi più semplici è arrostirne velocemente le falde sulla griglia per poi privarle della buccia, conservando unicamente la polpa.

Le peculiarità dei differenti colori

Forse non tutti sanno che ai differenti colori del peperone  – verde, rosso, giallo – corrispondono differenti peculiarità e benefici. Eccole qui.

Verde depurativo. Il peperone ha questo colore quando viene raccolto in anticipo per questo ha un gusto pungente. Ideale nella peperonata o nell’insalata.

Rosso saziante. Ha una polpa croccante, spessa e zuccherina: ideale per i pinzimoni e cotto alla brace, sazia in fretta ed è il più ricco di principi nutritivi.

Giallo antiossidante. È il più tenero e succoso. Ottimo crudo, si usa col pomodoro per rendere corposi i sughi.

Non vi resta che scegliere quello adatto a voi!

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,