Top Menu

Santarcangelo e i suggestivi misteri sotterranei

Santarcangelo sotterranea: gli ipogeiIn Valmarecchia, sul Colle Giove, sorge l’affascinante borgo medievale di Santarcangelo che vanta di numerosi monumenti di indubbio interesse storico, come le Porte, la Rocca Malatestiana e l’Arco Ganganelli. Quello che molti non sanno è che alcuni dei siti archeologici più misteriosi ed intriganti del borgo, non sono situati nella città, bensì al di sotto di essa!

Alla scoperta degli ipogei

Nel sottosuolo di Santarcangelo si dipana infatti un labirinto di cunicoli di varia lunghezza, foggia, altezza e dimensione. Gli “ipogei” attualmente scoperti sono 152, scavati nell’arenaria e nell’argilla per un’estensione di circa 6 km.

Disposti su tre livelli, sono collegati fra loro da corridoi, pozzi, scalinate e ripidi passaggi. Oltre a questi ultimi, sono presenti vere e proprie stanze, provviste di nicchie, colonne ed archi. La maggior parte di essi ha origine medievale e sulla loro funzione gli archeologi hanno dibattuto a lungo: una prima ipotesi è che servissero come depositi per la conservazione degli alimenti e cantine per il sangiovese, vista la temperatura (costante intorno ai 12°) e l’umidità (costante fra 80% e 90%). Questo avrebbe permesso, in epoca medievale, di sopravvivere ai numerosi assedi e ai prolungati periodi di carestia.

La storia

La loro complessità ed estensione rende però improbabile l’eventualità che la città sotterranea venisse usata soltanto come un enorme deposito alimentare collettivo.

Vari studiosi hanno invece avanzato un’altra ipotesi, ben più affascinante: durante il periodo delle persecuzioni pagane contro i cristiani, o cristiane contro i pagani, alcuni di questi ipogei erano forse luoghi di culto, in cui i fedeli potevano nascondersi e professare il loro credo. Ricostruirne la storia è un’impresa difficile, anche perché in occasione della guerra gli abitanti di Santarcangelo effettuarono diversi scavi per mettere in comunicazione le gallerie, che erano diventate ottimi rifugi per la popolazione.

Quale che sia la verità, una visita guidata agli ipogei è un’esperienza affascinante per il percettibile senso di mistero che ci accompagna lungo il cammino. Imperdibile poi la visita alla grotta monumentale pubblica, dove una guida esperta vi narrerà le antiche leggende che circondano la città sotterranea…

Per informazioni su costi e per la prenotazione del tour:
Ufficio Informazione ed Accoglienza Turistica – Pro Loco
Tel. 0541 624270

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

,