Top Menu

Torna la Settimana dedicata alla promozione della Cucina Italiana nel mondo

Settimana della Cucina Italiana nel mondoAnche quest’anno, dopo il successo della scorsa e prima edizione, il Governo Italiano ha lanciato la Seconda edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. L’appuntamento è fissato a partire da lunedì 20 e fino a domenica 26 Novembre.
La manifestazione potrà contare su oltre mille iniziative in diversi paesi del mondo.  L’obiettivo è promuovere la cucina italiana di qualità e i valori della dieta mediterranea, ritenuta da sempre un tipo di alimentazione sana e riconosciuta quale patrimonio dell’UNESCO.

L’iniziativa

L’iniziativa è promossa dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale insieme ai Dicasteri tecnici e alle Associazioni di categoria. La manifestazione riprende il cammino aperto con Expo 2015 e rappresenta un modo per far conoscere, in sinergia con i Paesi di accreditamento, l’enogastronomia italiana d’eccellenza.
Si punta quindi a valorizzare ogni aspetto collegato alla cultura culinaria: dal legame con il territorio al cinema, dalla lingua italiana all’arte, senza dimenticare lo sport e la promozione commerciale.

La settimana si articolerà in numerossimi appuntamenti in Italia e all’estero. Si potrà partecipare a eventi promozionali, incontri con figure della gastronomia e chef, show cooking, corsi di cucina, seminari e dibattiti sulla tradizione culinaria italiana e numerose cene e degustazioni a tema.

La seconda edizione

“Cucina e vino di qualità” è il tema della seconda edizione della manifestazione. Parole semplici, dietro le quali si apre un vastissimo panorama di eccellenze e realtà imprenditoriali essenziali per l’economia del nostro Paese.
Le tematiche portanti della seconda edizione sono: la tutela e la valorizzazione dei prodotti a denominazione protetta e controllata; la promozione degli itinerari enogastronomici e turistici regionali; la formazione alberghiera e le collaborazioni tra cuochi italiani e locali.
In aggiunta, considerato che  la cucina italiana ha da sempre un lato solidale, verrà promosso il sostegno alle candidature a patrimonio dell’UNESCO dell’arte dei pizzaioli napoletani e del sito “le Colline del Prosecco a Valdobbiadene”. Non mancherà neppure il sostegno verso le produzioni tipiche delle Regioni colpite dal terremoto.

I segni distintivi dell’identità e della cultura enogastronomica italiana ci sono tutti: qualità, sostenibilità, cultura, sicurezza alimentare, educazione, territorio e biodiversità!

RaT

>> I migliori ristoranti della Romagna selezionati per Voi | Scopri tutte le proposte <<

, ,